Briatico (Vv): ferito a colpi di pistola dal nipote dopo una lite

Un uomo di 42 anni, Nicola Prestia, pastore, e’ stato ferito a una gamba da un colpo di pistola sparato da un nipote, Filippo Grillo, 21 anni, nel corso di una lite familiare legata a questioni di vicinato. Il fatto e’ avvenuto a Briatico, un comune sulla costa vibonese, nel primo pomeriggio. Il fatto, di cui si e’ avuta notizia oggi, risale a ieri. Da anni tra i Prestia non scorreva buon sangue. Salvatore Prestia, 36 anni, e suo nipote Filippo Grillo, di 21, si sono presentati nel terreno dove il fratello di Salvatore, Nicola Prestia, stava portando al pascolo il gregge. Grillo ha estratto una pistola e gli ha esploso 5-6 proiettili, di cui uno lo ha raggiunto alla gamba. Una ferita seria ma che non gli ha impedito di mettersi al riparo scappando nelle campagne limitrofe. Scattato l’allarme, sul luogo sono giunti i carabinieri che si sono lanciati in una serrata caccia all’uomo. Il primo a cadere nella rete e’ stato Salvatore Prestia che, rintracciato in una masseria di sua proprieta’, e’ stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio aggravato. Le ricerche, condotte con l’utilizzo di decine di uomini, si sono concluse nella tarda serata, quando l’altro ricercato, Filippo Grillo, ormai braccato e senza piu’ nascondigli, si e’ presentato alla caserma dei carabinieri di Briatico in compagnia del suo avvocato ed e’ stato arrestato.