Area grecanica, da oggi parte l’attività dei nuovi sportellisti

È con immensa soddisfazione che saluto la positiva conclusione dell’iter del concorso pubblico che ha visto, oggi, la firma del contratto da parte dei quindici sportellisti risultati vincitori. Tre di loro saranno destinati alla città di Reggio Calabria mentre una unità pro capite è stata riservata ai comuni di Montebello Jonico, Melito Porto Salvo, Roghudi, Bagaladi, Roccaforte del Greco, San Lorenzo, Condofuri, Bova, Bova Marina, Palizzi, Brancaleone e Staiti. A fornire questi dettagli il Consigliere Provinciale Pierpaolo Zavettieri. Per l’ottava annualità di fila, dunque, la Provincia di Reggio Calabria ripropone questa figura importante nell’alveo delle attività di promozione e valorizzazione del prezioso patrimonio linguistico dell’Area Grecanica.
A tal proposito – prosegue Pierpaolo Zavettieri – auspico che possano essere sfruttati i 38 mila euro residuati dalla passata annualità e la somma grosso modo equivalente riferita all’anno in corso, in modo da poter soddisfare le richieste di quei comuni, specialmente quelli dell’Isola Grecanica, che avevano fatto richiesta per più di una singola unità come di fatto è avvenuto. A titolo di esempio, il comune di Bova viene da un’esperienza di due sportellisti e per l’annualità in corso aveva fatto la richiesta per tre sportellisti. Al contempo, oltre a rispondere alle esigenze dei Comuni, si potrebbe dare un giusto riconoscimento a coloro che, pur essendo risultati idonei al concorso, non sono rientrati fra i quindici vincitori.
Non va dimenticato – conclude il consigliere Zavettieri – che tra qualche giorno verrà pubblicato il bando regionale per i Pisl sulle minoranze linguistiche che prevede la somma di quasi sette milioni di euro da investire nell’Area Grecanica in beni materiali e immateriali. A questo punto, considerando che i Comuni avranno pochissimi giorni di tempo per aggregarsi e costituire i partenariati, auspico che gli enti comunali stessi dimostrino la dovuta attenzione e solerzia in modo tale da sfruttare appieno una grande occasione per la promozione e la tutela di un patrimonio linguistico – culturale di valenza incommensurabile qual è quello grecanico. I progetti, se posti in rete con le attività portate avanti nel settore da parte della Provincia di Reggio Calabria, prima fra tutte l’avvio degli sportelli linguistici per l’annualità in corso, potrebbero contribuire in maniera determinante al percorso di promozione e valorizzazione di una lingua e del suo patrimonio di culture e tradizioni che, ancora oggi, stenta a decollare.