Amministrative Sicilia, Sgarbi si candida a sindaco di Cefalù

Vittorio Sgarbi, critico d’arte, già primo cittadino di Salemi (Trapani),dove la sua amministrazione e’ stata sciolta dal ministero dell’Interno per infiltrazioni mafiosa, si candida ora a sindaco di Cefalù. Come egli stesso afferma in una nota: “Mi candido per non lasciare l’amministrazione della città, la difesa della dignità della bellezza e dei valori positivi della Sicilia, nelle mani di personaggi inadeguati, pavidi e incapaci di difenderla dai disonesti e dai finti onesti“. Tra gli obiettivi del programma di Sgarbi ci sono la riapertura del Club Méditerranée, oggi abbandonato; la promozione all’estero di ‘Cefalù città internazionale e capitale culturale’ “perché nell’immaginario collettivo la si colleghi ai luoghi del turismo internazionale come la Costa Smeralda, Saint Tropez e Montecarlo“; una nuova progettazione e riperimetrazione del porto come ‘Porta delle Eolie’; l’attivazione del wi-fi gratuito in tutto il centro storico di Cefalù; la risistemazione del lungomare; il riordino della viabilità; il sostegno alle attività di pesca-turismo. Sgarbi correrà sotto le insegne del neonato Partito della Rivoluzione (presente in altri comuni d’Italia, da Piacenza ad Agrigento, da Palermo a Parma) e a sostenerlo ci saranno tre liste civiche. Martedì 10 aprile ci sarà la presentazione ufficiale delle liste e dei candidati, dopo la quale Sgarbi terrà un comizio in Piazza Duomo.