Amministrative ad Agrigento: 13 liste, 400 in corsa per 30 i seggi

Sono cinque i candidati sindaco di Agrigento e tredici le liste presentate, con circa 400 aspiranti ad uno dei 30 posti in Consiglio comunale. Per la carica di primo cittadino si sfideranno l’uscente Marco Zambuto, sostenuto delle liste Udc e Patto per il territorio. Zambuto ha designato come assessori Piero Luparello, che sarebbe anche il suo vice, Vittorio Messina, attuale presidente della Camera di commercio di Agrigento e Patrizia Pilato, gia’ assessore nella giunta uscente. Con l’appoggio di Pd, Mpa, Fli e Api -cinque in tutto le liste collegate- si candida Mariella Lo Bello, ormai ex segretario provinciale della Cgil, che ha designato come assessori Maurizio Costa, dirigente del dipartimento regionale di Protezione civile, Ina Mancuso e Rino Vullo. Terzo candidato l’avvocato Salvatore Pennica esponente del movimento civico Epolis, alleatosi con Pdl e Grande Sud. Ha designato quali assessori Paolo Minacori, Carmelo Terrasi e Daniela Catalano (nipote dell’eurodeputato Pdl Salvatore Iacolino). Quarto candidato Giampiero Carta esponente di IdV che ha il sostegno dei partiti della Sinistra e che ha scelto come assessori il medico Simona Carisi, il consigliere comunale uscente Nello Hamel, l’ex deputato regionale di Rifondazione Lillo Micciche’ e Nestore Saieva. Il quinto candidato e’ Giuseppe Arnone che avra’ un’unica lista a suo sostegno chiamata “Lista utile per eleggere il miglior sindaco di Agrigento” e che ha indicato come assessori tre donne: Cinzia Schinelli, Daniela Posante e Rosa Galluzzo.