Afghanistan: i talebani usano missili “Stinger”, gli furono donati dagli Americani per combattere i Russi

di Daniele Ingemi – Una sconcertante notizia proviene dall’Afghanistan. La polizia afgana durante un pattugliamento ha trovato un missile antiaereo, di tipo “Stinger”, in un nascondiglio dei ribelli nella provincia di Wardaq, confinante con quella della capitale Kabul. Ma a quanto pare non si tratta dell’unico esemplare di “Stinger” in possesso ai Talebani. Nelle ultime settimane – ha detto Abdul Qayom Baqizoi, il capo della polizia provinciale – sono stati uccisi o feriti molti insorti ed è stata sequestrata una gran quantità di armi e soprattutto esplosivi”. ”Alcune apparecchiature radio e il missile erano stati nascosti in modo professionale nel villaggio di Kot-e-Ashro e sono stati sequestrati dalla polizia in stretta collaborazione con la popolazione locale”, continua Abdul Qayom Baqizoi. Gli “Stinger” sono missili americani che erano stati forniti ai mujaheddin afghani per combattere l’occupazione sovietica alla fine degli anni 80, quando le truppe dell’URSS tentarono invanamente di invadere il paese asiatico che vanta appetibili giacimenti di gas oltre che una posizione a dir poco strategica (dal punto di vista geopolitico) fra l’area medio-orientale e l’Asia centrale. Purtroppo molte di queste armi e missili, forniti dagli americani alla fine degli anni 80 per combattere l‘avanzata sovietica, ora stanno finendo nelle mani dei Talebani per armare la resistenza che già in molte aree dell’Afghanistan ha messo a dura prova l’autorità del debole governo del presidente Karzai, sempre meno preparato a fronteggiare le incursioni organizzate con cura dai Talebani, sotto lo zampino di alcuni uomini dell’ISI, il potente servizio segreto pakistano che non ha mai smentito la propria vicinanza alla causa dei talebani. Ricordiamo che gli “Stinger” sono dei missili terra-aria potenzialmente pericolosi, specie se nelle mani di gruppi terroristici o di insorti. Negli anni 80 la CIA aiutò a fornire circa 500 Stinger (alcune fonti sostengono 1500) ai militanti mujaheddin che combattevano le forze sovietiche in Afghanistan. Si dice che gli Stinger abbiano abbattuto quasi 300 velivoli russi, inclusi molti Mil Mi-24 Hind, prima che le truppe sovietiche si ritirassero dall’Afghanistan nel 1989.