A Enna i funerali di Vanessa, il suo ex fidanzato commuove tutti con toccanti parole d’amore

Mentre amici e parenti circondano i familiari di Vanessa Scialfa nel Duomo di Enna, dove si svolgono i funerali, arriva anche il cagnolino della ventenne uccisa dal convivente per gelosia. A tenere in braccio Laika, una piccola Yorkshire, e’ Alessandro, l’ex fidanzato di Vanessa, seduto tra i primi banchi della chiesa con il cane sulle ginocchia. Secondo quanto trapelato, ma non confermato, a scatenare la furia omicida di Francesco Lo Presti, il convivente omicida di Vanessa, sarebbe stata l’impressione che la giovane lo avesse chiamato Alessandro in un momento di intimita’.

Commozione al termine del rito funebre, quando e’ stata letta una lettera proprio di Alessandro. Il giovane, commosso, ha chiesto ad un amico di leggere le righe che ha dedicato a Vanessa. “Ti ho persa, mi manchi tanto, ma non sei rimasta sola. C’e’ con te la tua nonna che ti voleva tanto bene. Che questo viaggio sia una nuova avventura e non essere triste perche’ non e’ da te. Sorridi, perche’ un giorno ci rivedremo. Sei diventata l’angelo di tutti e sei entrata nel cuore delle persone“. Subito dopo il feretro seguito dai genitori e dai familiari di Vanessa ha lasciato il duomo tra gli applausi e le lacrime dei presenti. Quando la bara si e’ affacciata sul sagrato sono stati fatti volare palloncini bianchi. Al funerale erano presenti il capo della Squadra mobile di Enna Giovanni Cuciti, il comandante provinciale dei carabinieri Baldassare Daidone che hanno coordinato le indagini, ed una rappresentanza della Polizia e dell’Arma. La salma sara’ tumulata nel cimitero di Enna.

Fa rabbia il modo in cui Vanessa ha concluso la sua vita terrena. Vanessa per il suo amore ha dovuto morire“. Lo ha detto don Franco Greco, nell’omelia pronunciata nel Duomo di Enna ai funerali di Vanessa. Il sacerdote ha poi affrontato il tema del perdono. “Perdona lui che non ha saputo amare e non ha saputo capire” ha detto riferendosi all’assassino, Francesco Lo Presti. Quindi il prete ha rivelato di avere parlato di perdono con Giovanni Scialfa, papa’ di Vanessa. “Lui sostiene che chi dice di avere perdonato -ha affermato don Grecolo fa solo per farsi vedere dagli altri. Forse questo e’ vero, ma c’e’ qualcuno che ha veramente perdonato ed e’ Gesu‘”.

Enna sara’ sede di un convegno nazionale sulla violenza contro le donne“. Lo ha annunciato il sindaco, Paolo Garofalo, a margine dei funerali della giovane Vanessa. Il sindaco ha sottolineato che e’ necessario continuare a discutere di un problema che sta diventando un vero allarme sociale e ha ricordato le 54 donne uccise da compagni, conviventi e mariti nei primi 4 mesi del 2012. “Ho voluto la presenza del Gonfalone comunale -ha aggiunto Garofaloproprio per sottolineare che l’intera citta’ di Enna partecipa a questo grave lutto“. Il Comune si e’ assunto tutti i costi del funerale e della sepoltura di Vanessa Scialfa.