Vicenda ‘Esperia TV’: le precisazioni di Manganaro, Corigliano e Posteraro

In relazione all’interrogazione parlamentare presentata da esponenti del PD al Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti e al Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, il Presidente del Corecom Calabria, prof. Sandro Manganaro e i commissari dott. Gregorio Corigliano e dott. Paolo Posteraro, precisano quanto segue:

 “Innanzitutto, non risulta a vero che l’emittente ‘Esperia TV’ sia registrata presso il Corecom Calabria. Ciò detto, si ribadisce che questo Comitato lavorerà per scongiurare l’interruzione delle trasmissioni da parte delle emittenti locali e per difendere il pluralismo dell’informazione e, soprattutto, il diritto-dovere dei calabresi ad essere informati.

Inoltre, il Corecom Calabria ricorda che si è ancora in attesa di conoscere le determinazioni da parte del Ministero dello Sviluppo Economico sul numero di frequenze da assegnare alla Regione Calabria e dei criteri di assegnazione alle emittenti.

Pertanto, nel ribadire la nostra mission istituzionale improntata alla trasparenza e garanzia degli atti e dei comportamenti, salutiamo con soddisfazione  il fatto che la Regione Calabria, anche grazie alla sollecitazione dello stesso Corecom, a partire dai Presidenti Scopelliti e Talarico, è impegnata nell’elaborazione di un testo di legge a sostegno delle emittenti televisive locali”.