Un detenuto immigrato tenta il suicidio nel carcere siracusano

Un agente della polizia penitenziaria ha sventato la notte scorsa il suicidio di un detenuto extracomunitario nel carcere di contrada Cavadonna a Siracusa. Il fatto e’ avvenuto alle 2.30 in una sezione protetta del penitenziario. L’immigrato si e’ arrotolato la cintura dell’accappatoio al collo, l’ha legata a una finestra della sua cella e ha tentato di impiccarsi. E’ stato subito soccorso dall’agente di custodia e quindi rianimato dal personale medico in servizio nel carcere. Il recluso adesso sta bene ed e’ sorvegliato a vista. La notizia e’ stata resa nota dal vice segretario nazionale dell’Osapp, Mimmo Nicotra, che ha commentato: “Ancora una volta la professionalita’ della polizia penitenziaria ha evitato il peggio. Ilmese scorso a Siracusa i detenuti ad alta sicurezza hanno protestato anche per il freddo, i termosifoni sono9 spenti a causa assenza di risorse. Nonostante la grave carenza di personale di polizia penitenziaria, un agente si occupa di piu’ posti di servizio, continuiamo a fornire sicurezza ai cittadini”, ha concluso Nicotra, che ha sollecitato il Dipartimento dell’amministrazione penitenziari ad assegnare alla Sicilia il personale carcerario previsto dall’ultimo concorso