Sparatoria a Spadafora (Me): ucciso un pregiudicato che era agli arresti domiciliari, l’omicida era la vittima designata di un agguato andato male

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti e riportata dall’Ansa, quattro uomini provenienti da Messina sono arrivati in serata a Spadafora in auto per compiere una azione punitiva, o un omicidio, ai danni di un ex vigilante, Francesco Giorgianni, 37 anni. L’uomo, pero’, e’ scampato al presunto raid rispondendo al fuoco e uccidendo Francesco Santapaola, 37 anni pregiudicato che era agli arresti domiciliari. Gli altri tre sicari sono riusciti a fuggire facendo perdere le loro tracce. Secondo una prima analisi dei fatti compiuta dagli investigatori, le quattro persone hanno aspettato che Giorgianni scendesse dall’auto che aveva posteggiato in una strada poco illuminata nel comune costiero con oltre 5 mila abitanti, per tentare di ucciderlo. L’auto dell’ex vigilante ha due fori provocati dalle pallottole. L’ agguato sarebbe originato, secondo gli investigatori, da una lite avvenuta nei giorni scorsi, legata a vecchi rancori.