Sicilia: riaperte alcune statali, viabilità difficile nel messinese

L’Anas comunica che, in seguito all’ondata di maltempo che ha colpito la regione Sicilia, risultano percorribili le strade statali 113 dir “Settentrionale Sicula”, 288 “Di Aidone”, 417 “Di Caltagirone”, che ieri erano state interessate da eventi meteorologici avversi.

 La strada statale 116 “Randazzo-Capo d’Orlando”, tra l’innesto con la statale 120 e Santa Domenica Vittoria, al confine tra le province di Catania e Messina, è percorribile in regime di senso unico alternato.

 Sulla strada statale 114 “Orientale Sicula” la viabilità è stata ripristinata tra i km 10,700 e 12,600, a Santa Margherita, in provincia di Messina, mentre risulta ancora interrotta tra Taormina e Giardini Naxos, al km 46,500.

Inoltre, l’allagamento dovuto allo straripamento del Torrente Buttaceto non consente ancora la riapertura dal km 105,250 al km 109,700 in corrispondenza dello svincolo della Tangenziale di Catania e, pertanto, permane anche la chiusura dello svincolo al km 23,800 della tangenziale stessa.

Rimane chiusa anche la strada statale 185 “Di Sella Mandrazzi” tra i km 24,000 (Novara di Sicilia) e 45,000 (Bivio Ponte San Paolo), in provincia di Messina.

Dalle prime ore di ieri, 22 febbraio, le squadre dell’Anas sono al lavoro per monitorare la situazione e garantire la viabilità che, dove interrotta, sarà ripristinata nel più breve tempo possibile.

 L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure con l’applicazione ‘VAI’, disponibile gratuitamente per Android, Ipad e Iphone (http://www.stradeanas.it/vaiapp).

L’Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico di rilevanza nazionale è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.