Sicilia: il comitato delle organizzazioni di volontariato: “ottimizzare fondi in calo”

“Maggiore funzionalita’ del ‘sistema volontariato’ in Sicilia al fine di ottimizzare le risorse delle fondazioni bancarie, che per i prossimi anni saranno notevolmente ridotte”. Lo ha ribadito Vito Puccio, presidente del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato in Sicilia che a Palermo ha incontrato tre componenti del direttivo del Co.Re.O.V. ”Sicilia Solidale”, il comitato regionale delle organizzazioni di volontariato. All’incontro hanno partecipato, oltre Puccio, anche i due vice presidenti Domenico Alfonzo e Santo Spagnolo, Orazio De Guilmi, presidente del Co.Re.O.V., il vice Patrizia Opipari e il segretario Salvatore Daidone. “Sul sistema volontariato in Sicilia c’e’ oramai la certezza che dal prossimo anno i fondi a disposizione saranno dimezzati – ha ribadito Puccio – e questo e’ un rischio sul quale tutti gli attori interessati devono prestare attenzione”. Nel 2012 i fondi assegnati alla Sicilia sono stati 3 milioni di euro, confermando la stessa cifra del 2011. Soddisfatto di questo primo incontro si e’ detto Orazio De Guilmi: “Il nostro obiettivo – ha detto De Guilmi – e’ quello di dare finalmente un ruolo attivo alle organizzazioni di volontariato che, nel sistema, sino ad ora hanno avuto una posizione marginale. Questo con una maggiore sinergia coi tre Centri di servizio siciliani e col Forum del Terzo Settore”. Vito Puccio ha ribadito, altresi’, la necessita’ di coinvolgere maggiormente i soggetti istituzionali nel sistema, le fondazioni bancarie, la Regione, gli enti locali, il ministero del Welfare: “Soltanto l’unita’ – ha concluso – potra’ portare ad avere risultati”.