Sanità, i sindacati chiedono un confronto con l’assessore regionale alla Salute. I disagi dei sistema ticket

di Antonella Trifirò – Cgil Cisl e Uil siciliane hanno scritto all’assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, per chiedere l’attivazione immediata di un confronto ”per rivedere e modificare la regolamentazione dei ticket sanitari”.

In questo mese, infatti, si fanno sentire fortemente i disagi legati alla nuova disciplina delle esenzioni, come sottolineano i sindacati in una nota congiunta. Crescono le preoccupazioni, soprattutto tra gli appartenenti alle fasce più deboli o alle famiglie già in difficoltà a causa della crisi.

Per questi motivi, Cgil, Cisl e Uil sollecitano anche la ripresa degli incontri mensili con il governo, fermi a prima dell’estate, per il monitoraggio e l’attuazione del piano sanitario regionale. Dalla nota dei sindacatio emerge la necessità di una verifica degli obiettivi del piano operativo e dell’attuazione del piano socio sanitario, con particolare attenzione al tema dell’integrazione socio – sanitaria.

Dal canto suo l’assessore regionale per la Salute della Sicilia, Massimo Russo, ha dichiarato “La legge regionale che ha modificato il sistema di esenzione e’ assolutamente in linea con quella nazionale. Condivido le perplessita’ che sono pervenute da piu’ parti, ma ribadisco che non avevamo altra scelta, bisognava recepire la norma nazionale, altrimenti la Sicilia avrebbe perso quasi cento milioni di euro”.

Russo offre comunque la sua piena disponibilità in commissione Sanità dell’Ars, per discutere eventuali modifiche. Pare, infatti, che anche a livello nazionale si stia valutando la possibilità di modificare alcuni punti della normativa.