Sanità, firmato il decreto sull’educazione sanitaria e la promozione della salute

L’assessore regionale siciliano per la Salute, Massimo Russo, ha firmato il decreto che istituisce le linee guida sull’assetto organizzativo delle Unità Operative di Educazione sanitaria e promozione della salute.  Tali unità hanno lo scopo di far maturare nei cittadini una corretta conoscenza sanitaria, con la conseguente assunzione di una responsabilita’ personale diretta e consapevole nei confronti del proprio benessere fisico, psichico e sociale.

 

 

Mentre precedentemente i programmi si limitavano soltanto alla lotta al tabagismo, all’obesità,alla sedentarietà e all’alcool, oggi l’obiettivo si è differenziato, puntando su molteplici aspetti. Prima di tutto si tratta di favorire comportamenti e stili di vita benefici per la salute, quindi, guidare nella scelta dei servizi sanitari piu’ appropriati, sviluppare le capacita’ di partecipare attivamente alle proprie cure ospedaliere, ambulatoriali e domiciliari, soddisfare il diritto all’informazione, incentivare l’umanizzazione del rapporto medico-paziente e la qualita’ delle relazioni terapeutiche.

Ma sono due le novità di rilievo di tale provvedimento: i progetti e le attivita’ di Educazione sanitaria e promozione della salute entrano a far parte degli obiettivi assegnati ai direttori generali delle Aziende sanitarie siciliane attraverso i piani attuativi aziendali in base ai quali gli stessi manager verranno valutati. Inoltre, viene istituito un organo, il Piano aziendale di promozione della salute, che farà capo, uno in ogni provincia, alle Asp e che dovrà essere redatto entro il 31 gennaio di ogni anno. L’assessorato provvederà poi all’approvazione definitiva.

Nel nuovo decreto sono coinvolte anche le istituzioni locali, i comuni e fli istituti scolastici. Promuove le attività di eccellenza sanitaria nel territorio di competenza delle Asp, ma anche le iniziative socio-sanitarie che ricadono nella zona. Il tutto in sinergia con il Servizio sociale, il Servizio di psicologia e il Servizio infermieristico delle singole aziende.

E’ fondamentale che il sistema sanitario si occupi anche delle persone che stanno bene per mantenerle in salute il piu’ a lungo possibile – ha spiegato l’assessore Russo -. Promuovere stili di vita salutari, orientati alla rimozione dei fattori di rischio come il fumo, l’alcool, l’obesita’, – ha proseguito Russo – permettera’ di contenere la prevalenza di patologie quali le malattie cardio-cerebro-vascolari o i tumori che sono le principali cause di morte in Sicilia e portera’ ad un contenimento dei ricoveri ospedalieri e delle prestazioni ambulatoriali con il beneficio evidente di un abbattimento dei costi e la possibilita’ di reinvestire le somme risparmiate in altri campi dell’assistenza sanitaria“.