Roma, denunciate quattro persone. Evasione per tredici milioni di euro

I finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno denunciato quattro persone all’Autorità Giudiziaria di Civitavecchia. A inchiodare due imprese di Fiumicino sarebbero i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale e l’omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, dell’Iva e dell’Irap. La Guardia di Finanza del II Gruppo Roma si era insospettita in seguito a dei controlli fiscali nei confronti delle due imprese. La mancanza di scritture contabili e di alcuni movimenti non era economicamente giustificabile. Successivamente è stato eseguito un esame più approfondito sui conti correnti intestati alle due società e ai soci.E’ emerso un quadro più chiaro del sistema fraudolento: le due imprese erano state svuotate dei principali beni immobili e mobili, per poi essere intestate a un prestanome nullatenente di nazionalità romena. Da quel momento in poi non sono più state presentate dichiarazioni ai fini delle imposte sui redditi, dell’Iva e dell’Irap e non sono più state versate all’Erario tali imposte. Inoltre, si è scoperto che alcuni rami di azienda erano stati ceduti a prezzi notevolmente inferiori rispetto al loro valore a un nuovo soggetti giuridico, poi riconducibile a chi aveva organizzato il piano.