Roghudi (Rc): chiuso negozio, titolare non aveva emesso scontrino fiscale

I finanzieri della Tenenza di Melito Porto Salvo hanno posto i sigilli ad un esercizio commerciale con sede a Roghudi (RC).

Nell’ambito delle quotidiane attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme Gialle melitesi hanno eseguito un decreto di sospensione dell’esercizio dell’attività di commercio, disposto dalla Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate di Catanzaro.

Il titolare dell’impresa, esercente l’attività di commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico, si è reso responsabile nell’arco di un quinquennio di ben quattro distinte violazioni collegate al mancato rilascio dello scontrino o della ricevuta fiscale ed inevitabilmente è arrivata la sanzione accessoria. Il negozio dovrà restare chiuso per tre giorni consecutivi, esclusi i giorni di riposo settimanale e di chiusura programmata.

Incessante è l’impiego dei militari della Guardia di Finanza reggina nello specifico settore: dall’inizio del 2012 ad oggi è già la terza sanzione accessoria applicata nel comprensorio  grecanico; le prime due, effettuate durante il mese di Gennaio, erano state eseguite per la durata di ben sette giorni lavorativi.

Il continuo monitoraggio delle attività commerciali e l’efficace dispositivo di controllo economico assicurato dal Corpo nel territorio, consente di segnalare prontamente all’Amministrazione Finanziaria i contribuenti, che si dimostrano recidivi per l’irrogazione delle sanzioni previste dalla legge.

La normativa specifica prevede, infatti, che nei casi di reiterate violazioni dell’obbligo di emissione del documento fiscale venga disposta la chiusura dell’esercizio, per un periodo da tre giorni ad un mese, commisurato alla recidività del contribuente. E’ il caso di evidenziare che la sanzione accessoria è applicabile anche sulla base della semplice constatazione della violazione, non già all’esito dell’accertamento.

La mission istituzionale delle Fiamme Gialle prevede, tra le sue priorità, il contrasto all’evasione fiscale ad ogni livello, compito messo in atto anche attraverso i controlli riguardanti la mancata emissione del documento fiscale. L’istituto sanzionatorio rappresenta un’importante arma deterrente per tutti quei contribuenti che, incuranti delle disposizioni normative, perseverano nelle condotte illecite a danno degli onesti cittadini che osservano correttamente i propri obblighi fiscali verso lo Stato e la collettività.