Reportage Fotografico: lo spettacolo del Carnevale di Roma

Ieri, 21 febbraio, martedi’ grasso, a conclusione di una giornata caratterizzata dagli eventi conclusivi di arte di strada ed arte equestre, Roma ha celebrato il carnevale con numerose attività. Nell’arena di Piazza del Popolo c’è stato un saggio equestre di uno Squadrone del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo sui movimenti del celebre Carosello. Dopo la rievocazione della celebre Festa dei Moccoletti, anche la quarta edizione del Carnevale Romano si è conclusa in serata con un grande spettacolo di fuochi d’artificio barocchi dalla terrazza del Pincio, a cura del Gruppo IX Invicta. Si è trattato della rievocazione storica dei fuochi d’artificio realizzati in occasione della festa della resurrezione che era realizzata a piazza Navona nel 1589, di cui il famoso incisore Antonio Tempesta ci ha lasciato una splendida stampa. Questa festa rappresentava una svolta nell’arte pirotecnica. Si tenta, per la prima volta, di inserire una scenografia del fuoco che coinvolga in piu’ punti e nella sua spazialita’ l’intero luogo dei festeggiamenti e creare degli ‘scherzi pirotecnici’ che stupiscano gli spettatori anche a breve distanza. Nascono le ‘Colombine’, piccole fontane, che ‘volano da un tetto all’altro’. Quest’anno il Carnevale Romano ha sostenuto la charity Officium- Organizzazione Famiglie contro la Fibrosi Cistica a carattere Umanitario, un’associazione di volontariato che opera dal 1993 all’interno dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’, e che si occupa di garantire ai bambini e ai ragazzi con Fibrosi Cistica l’assistenza medica e psicologica necessarie e di fornire supporto alle famiglie. Officium è stato presente in piazza del Popolo per sensibilizzare l’opinione pubblica e raccogliere, con l’aiuto degli amici dell’Accademia del Teatro Equestre e delle associazioni buttere, i fondi necessari per il supporto delle attivita’ e degli scopi associativi.

Foto di Domy Balsamo e Gianni Caridi: