Reggio, Raffa: “no a taglio aeroporti”

”Anziche’ proporre il taglio di vecchi aeroporti, gran parte dei quali svolgono un’importante funzione nel contesto geografico in cui operano agevolando lo sviluppo socio- economico del territorio, sarebbe piu’ opportuno e razionale evitare di progettarne altri”. Giuseppe Raffa, Presidente della Provincia di Reggio Calabria, commenta l’ipotesi governativa di riduzione degli scali aerei nazionali, in particolare quelli ritenuti minori, nel cui novero, da qualche parte, viene inserito anche il ”Tito Minniti”. Il commento di Raffa e’ quanto mai attuale, ove si considerano gli sforzi della Provincia di Reggio, – ente che detiene la maggioranza di azioni della S.p.A. Sogas – per mantenere in vita e nell’assicurare una prospettiva futura all’aeroporto dello Stretto, con la privatizzazione e con il raggiungimento dell’auspicato obiettivo di un milione di passeggeri. Uno scalo che, grazie al nuovo corso gestionale impresso dalla strategia dell’Amministrazione Raffa, nella ultime ore, ha ottenuto un altro significativo riconoscimento che rende piu’ certo il servizio aereo da e per Reggio Calabria: la certificazione handiling da parte dell’Enac, importante elemento che rendera’ piu’ appetibile l’interesse dei privati. ”E’ un risultato – sottolinea Raffa – che ci consentira’ di affrancarci di alcuni vincoli burocratici e amministrativi che, in parte, in passato avevano pregiudicato sia l’attivita’ che i ricavi. Adesso disponiamo di uno strumento che ci consente di controllare il cuore di questa importante infrastruttura. La nuova certificazione rilasciata dall’Enac conferma la bonta’ dei percorsi fin qui assicurati e ci avviamo, con maggiore credibilita’, a centrare l’obiettivo strategico della privatizzazione”.