Reggio: per la prima volta al Vinitaly con una selezione di vini prestigiosi

“Reggio Calabria, provincia enoica” è il brand con cui la provincia si presenterà al  Vinitaly 2012. La più grande manifestazione internazionale sul vino che attira più di 150.000 visitatori ogni anno,  si svolgerà a Verona dal 25 al 28 marzo prossimi. Vinitaly giunge alla 46^ edizione e da quest’anno sarà caratterizzata da un’inversione di rotta in quanto “business oriented”: si parte di domenica e si termina di mercoledì per offrire maggiori opportunità agli operatori del settore e un po’ meno ai turisti affinchè l’evento non costituisca solo una vetrina di prestigio ma soprattutto un’occasione di crescita e di commercializzazione. “Ed è sulla base di questo nuovo corso – ammette l’assessore provinciale all’agricoltura Gaetano Rao – che con il presidente Raffa abbiamo deciso di partecipare attivamente al Vinitaly con una selezione di aziende sia storiche che nuove. Aziende vitivinicole che coinvolgono la filiera al completo (dal vigneto alla bottiglia) e che riescono ad offrire prodotti con un forte legame con il territorio;  vini di nicchia ma di alta qualità e molto apprezzati e che meritano per questo di entrare nei migliori circuiti commerciali. Ecco perché la  Provincia si presenta non solo con la classica esposizione dei vini ma con tutta una serie di servizi ed eventi (guida catalogo, seminari, incontri con i buyers, talk-show e convegni) rivolti alle aziende, agli operatori della ristorazione, ai giornalisti di settore; iniziative che sono cominciate già prima del Vinitaly e che si concluderanno anche successivamente alla manifestazione. Un programma di marketing territoriale integrato che vede nel vino il maggiore elemento di attrazione e che abbiamo voluto concertare sia con le aziende sia con le associazioni di categoria agricole. Vogliamo esaltare la “regginità” a partire dal tema dell’enologia per il quale il nostro territorio vanta antichissime tradizioni magnogreche e si manifesta oggi con ben 6 IGT e 2 DOC di assoluto prestigio”. Lo spazio eventi verrà denominato per l’appunto “Agorà”, una sorta di piazza in cui confrontarsi e parlare di vino. Vino di cui discutere ma anche da assaggiare a da abbinare con i prodotti di eccellenza del territorio reggino: prodotti tipici, prodotti locali e caratteristici, prodotti presidio Slow Food  e prodotti a marchio De.c.o. (Denominazione Comunale di Origine). I vini della provincia saranno protagonisti dunque anche negli assaggi guidati per area territoriale e presso il banco di assaggi collettivo, senza dimenticare l’aspetto enoturistico relativamente alle due strade del vino attive sul territorio: l’”Ecostrada del vino e dei sapori della Costa Viola” e la “Strada dei vini e dei sapori della Locride”. E certamente altre sorprese non mancheranno visto il ricco programma di iniziative previste ed in progress disponibile sul web e su Facebook. Dunque un escursus enologico completo da vivere intensamente che ci consente di parafrasare l’originale claim promozionale scelto: “Reggio Calabria, provincia enoica. Dal tirreno allo jonio: ritorno alla Magna Grecia”.