Reggio: l’imprenditore Franco Labate e l’Avv. Comi replicano alle parole del governatore Scopelliti

Di seguito la nota inviataci dall’imprenditore Franco Labate e dall’avvocato Francesco Comi:

In riferimento alla conferenza stampa di mercoledì scorso con cui il Governatore Giuseppe Scopelliti ha sferrato il proprio attacco al colonnello Giardina, ‘reo’ di avere riferito in un’aula di Tribunale il contenuto di un’informativa da lui stesso firmata ed inserita nel fascicolo del processo ‘Meda’, l’imprenditore Franco Labate, intercettato in una conversazione con altro imprenditore, ha conferito mandato al proprio legale Avv. Francesco Comi di verificare quanto affermato dal Governatore in conferenza stampa, riportato da tutti gli organi di informazione.
Sostiene l’Avv. Francesco Comi, come, secondo quanto riportato, l’On. Giuseppe Scopelliti che, non sembra avere smentito, avrebbe ricondotto la conversazione proveniente da un ‘balordo’ aggiungendo ‘dello andare a vedere chi sono le persone che si sono permesse di coinvolgere mio fratello’.
Tali affermazioni appaiono gravemente lesive dell’immagine del proprio assistito, senza volere entrare nel merito sullo ulteriore corso della Giustizia.
Infatti, replica l’imprenditore Franco Labate che, ‘se si va a vedere’, non appartiene ad alcuna categoria di ‘balordo’ rammentando come la storica impresa ‘Lorenzo Labate’, conosciutissima e stimata in città sia stata al servizio del Comune di Reggio Calabria rimettendoci anche di proprio, sotto i vari Sindaci succedutisi negli anni.
L’impresa, ereditata dal figlio Franco Labate ed oggi giunta alla terza generazione si è sempre contraddistinta per le sue capacità professionali ed onestà, rimanendo fuori, pur avendo attraversato momenti di difficoltà, da qualsiasi gioco di potere e quant’altro e rimanendo fedele agli insegnamenti del fondatore insignito della medaglia d’oro dalla Confindustria“.