Palermo, sparito dal carcere di Pagliarelli un recluso affetto da tumore

Francesco Stassi, un detenuto di 78 anni, affetto da tumore alla prostata, risiedeva nel carcere palermitano di Pagliarelli, per scontare un residuo di pena (due anni e mezzo) per estorsione aggravata. Ma, dalla settimana scorsa, dopo un ricovero per una bronchite nel reparto speciale per i detenuti dell’ospedale Civico, i suoi famigliari non avrebbero piu’ notizie di lui.
Si pensa che sia stato trasferito, ma non si sa bene dove. Per questo inquietante motivo, la famiglia, assieme all’avvocato, Enrico Sanseverino, sta formalizzando una denuncia contro la direzione della casa circondariale.Pare, infatti, che siano anche stati omessi dei controlli sullo stato di salute di Stassi.
Non solo non sappiamo dove sia adesso -afferma Sanseverino- ma piu’ di un mese fa avevamo chiesto alla direzione del Pagliarelli la concessione degli arresti domiciliari per motivi di salute. Un’istanza rigettata perche’ le condizioni di Stassi, secondo la direzione sanitaria, non solo sarebbero state compatibili con la permanenza in cella, ma anche perche’ la casa circondariale assicurava di avere tutti i mezzi per tenere sotto controllo la salute del detenuto. Non ci e’ chiaro perche’ sia stato allora trasferito al Civico, dove io stesso l’ho incontrato due settimane fa e neanche perche’ sia rimasto li’ per altri 15 giorni. Per tutto questo -conclude Sanseverino- ci apprestiamo a presentare un esposto in Procura“.