Muore a 102 anni Attilio Basile, ex vice presidente mondiale dei chirurghi

E’ morto a Catania il professor Attilio Basile, lo riporta il quotidiano La Sicilia. Era stato vice presidente dell’associazione mondiale dei chirurghi. Aveva esercitato la sua professione fino all’età di 90 anni, eseguendo interventi addominali e toracici. Diceva che il suo segreto era “una vita sana e regolare” e ha sempre lavorato come il primo giorno. Preziosi i suoi consigli agli altri medici, li invitava alla calma e a non bruciare i tempi. Sosteneva infatti che “un buon chirurgo si forma dopo sette, dieci anni di duro lavoro. Chi ha talento riuscira’: il tempo e’ galantuomo“.
Fondamentale per Basile, come lui stessa amava ricordare, l’esperienza a Vienna, dove si specializzò in chirurgia con il professor Benk. Tra i suoi ricordi più citati c’è anche il suo primo trapianto di reni e, tra i ricordi più tristi, anche la perdita di un paziente.
La sua forza e la sua decisione sono state messe in risalto dal alcuni medici della sua equipe che testimoniarono come, durante il ventennio fascista, su una canoa, egli fece la traversata Messina – Roma con altri sette atleti, risalì il Tevere e l’equipaggio fu salutato da Mussolini.