Messina, il Comune è in stato di dissesto e il sindaco Buzzanca chiede sacrifici ai cittadini

Il Comune di Messina ha seri problemi economici, è in stato di dissesto e il Consiglio comunale si è riunito in seduta straordinaria per discutere le iniziative da adottare per fronteggiare un’emergenza certificata dalla Corte dei Conti, che ha sottolineato numerose criticità nelle delibere sul rendiconto 2009 e sul previsionale 2011. Il Sindaco, Giuseppe Buzzanca, ha spiegato che bisognerà affrontare di petto una situazione difficile, “provocata dal susseguirsi di numerose amministrazioni che, nel corso degli anni, hanno provocato debiti su debiti, aggravati dall’attuale congiuntura nazionale e internazionale. Stiamo accelerando sul fronte della vendita degli immobili di proprietà del comune e da oggi ricorriamo alla possibilità triennale concessa agli enti per ripianare i bilanci. Nel caso in cui non si potesse recuperare tutta la massa debitoria con la vendita degli immobili, sarò purtroppo costretto a chiedere sacrifici ai cittadini“.