Messina, emozioni in musica al Vittorio Emanuele con il “Concerto di Beneficenza” della Saponara Symphonic Band

Un’iniziativa voluta dal comune di Saponara e dall‘Associazione Complesso Sinfonico Città di Saponara, quella che ieri sera ha toccato le corde del cuore a tutto il pubblico presente al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. La Saponara Symphonic Band ha offerto uno spettacolo ricco di suggestioni e di cultura, in maniera gratuita. Il ricavato, infatti, è stato devoluto a favore degli alluvionati del comune messinese, colpito gravemente nello scorso novembre.
Grazie anche al sostegno del Teatro, che ha ospitato la manifestazione, e all’A.N.B.I.M.A. (Associazione nazionale bande italiane musicali autonome) Sicilia, il Maestro Paolo Grosso ha diretto i suoi musicisti con grande passione e professionalità. Nato a Messina nel 1977, il maestro Grosso ha iniziato a studiare il sassofono a otto anni. A dieci anni è stato ammesso al Conservatorio “A.Corelli” di Messina, dove ha avuto modo di crescere e coltivare il suo talento, accanto a maestri come Luciano Ciavattella, Gianpaolo Antongirolami, Gianluca Pugnaloni e Gabriele Semplicino, con il quale ha conseguito il Diploma di Sassofono nel 1996. La sua tecnica si è affinata ancora di più con i maestri Serge Bichon e Vito Soranno. Notevole l’attività concertistica svolta dal maestro Grosso: in duo sax e pianoforte e con il Mediterranée Saxophone Quartett. Con il Diploma in Didattica della Musica nel 2003 ha suggellato la sua passione, cominciando a insegnare in diverse istituzioni scolastiche, pubbliche e private. Non meno importante lo studio della composizione con il Maestro Carmelo Chillemi, ancora presso il “Corelli” di Messina, e il conseguente Diploma di Strumentazione per Banda nel 2006. Un’ulteriore specializzazione (in Direzione di Banda e Orchestra di Fiati) è stata poi ottenuta nel 2009 da Paolo Grosso a Cosenza, al Conservatorio “S.Giacomantonio” con il Maestro Angelo de Paola. E’ componente dell’Euterpe Saxophone Quartet e maestro direttore della Saponara Symphonic Band. Inoltre, Grosso è titolare della cattedra di Saxofono presso l’Istituto Comprensivo di Saponara.
Nel 2000 nasce, sotto la sua direzione, l’Associazione Complesso Sinfonico Città di Saponara (la già citata Saponara Symphonic Band). Composta da oltre cinquanta elementi, molti dei quali frequentano o hanno frequentato il “Corelli” di Messina, l’Associazione si propone di divulgare la cultura musicale. In particolare, viene riservato fiero rispetto per le attività cerimoniali, le funzioni civili e religiose, che da sempre caratterizzano la banda. Inoltre, l’Associazione vuole divulgare la Concert Band. E lo fa privilegiando un repertorio basato essenzialmente sulla musica originale per Banda. Il repertorio scelto tende ad abbracciare diversi generi musicali: il classico, il sinfonico, il pop, il jazz, lo swing, l’evergreen, il film music e tanto altro ancora. Il tutto arricchito dal livello tecnico sempre più avanzato dei musicisti che rende la Saponara Symphonic Band una realtà in forte crescita. Basti citare il Primo Premio nella 5° edizione del Concorso Nazionale per orchestre di Fiati “Suoni in Aspromonte” a Delianuova (RC) conseguito nel 2009 e il Primo Premio nel 17° Concorso Nazionale Bandistico A.M.A. Calabria, Lamezia Terme (CZ) nel 2010.
A conclusione del concerto tenutosi ieri al Vittorio Emanuele di Messina, una toccante esibizione in “Oblivion” di Astor Piazzolla, nella quale il maestro Paolo Grosso ha voluto suonare personalmente, per ricordare le vittime dell’alluvione di Scarcelli di Saponara, Luigi Valla, Giuseppe Valla e Luca Vinci.