Messina: bloccata la raccolta dei rifiuti

“Attendiamo l’incontro in Prefettura ma, alle condizioni attuali, sarà sciopero”. E’ perentorio Enzo Testa, segretario generale della Fit Cisl di Messina, parlando della difficile situazione che sta vivendo Messinambiente. “Le condizioni di lavoro, la vivibilità del deposito di via Salandra, la vetustà dei mezzi di raccolta e le carenze in materia di sicurezza con le quali è costretto ad operare giornalmente il personale impiegato nel servizio di raccolta dei rifiuti – continua Testa – hanno costretto stamane i lavoratori alla rigorosa osservanza delle regole in materia di sicurezza previste dal decreto legge 81, con lo scopo di richiamare ancora una volta l’attenzione dell’azienda ma anche quella degli enti preposti alla vigilanza sul rispetto delle normative”.

I lavoratori, quindi, hanno deciso di non uscire con i mezzi per provvedere alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.

“Vista la gravità del contesto generale – conclude Enzo Testa – una volta espletato l’incontro tra le parti in Prefettura che potrebbe tenersi anche la prossima settimana, in assenza di reali cambiamenti, siamo pronti a proclamare lo sciopero”