Massimo Costa si dimette dalla presidenza del Coni Sicilia e si candida a sindaco di Palermo

L’ha annunciato oggi, prima alla Giunta, poi al Consiglio e alla stampa. Costa si è dimesso dalla carica di presidente del Coni Sicilia e la sua decisione nasce dalla recente candidatura a sindaco della città di Palermo. Le due cariche sono assolutamente compatibili, ma la decisione di Costa è chiara: “Oggi ho preso una decisione difficile, ho rassegnato le mie dimissioni irrevocabili. L’ho fatto come gesto d’amore, perche’ qui al Coni la politica non e’ mai entrata e mai entrerà“. Un gesto d’amore dunque verso quel posto che ha amato tanto: “al Coni devo tutto, e’ stata la mia famiglia, il Coni e’ un tempio sacro, che non deve essere contaminato dalle faccende politiche“. Dunque, come previsto dal regolamento, al posto di Costa subentrerà un commissario, designato dalla Giunta nazionale. Il ruolo potrebbe essere affidato, in attesa delle prossime elezioni per il rinnovo delle cariche nazionali a inizio 2013, a Giovanni Caramazza, attuale presidente del Coni di Palermo.
Mi dimetto perche’ amo talmente questo posto e non voglio che nessuno lo violi, lascio una squadra competente e capace che sara’ in grado di continuare il percorso iniziato con me” sostiene Costa.”Ho chiesto a tutti di aiutare il commissario per mantenere gli altissimi livelli di efficienza che abbiamo raggiunto – conclude – Per me non e’ un giorno triste, mi sono commosso ma se quello che abbiamo costruito è solido, e lo è, continuerà ad esserlo. Ho parlato con Gianni Petrucci e anche lui non era d’accordo. Rimango consigliere nazionale del Coni ma non tornerò ad essere mai più presidente regionale“.