Le «piccole follie d’inverno» di Re Giorgio

La donna di Giorgio Armani sfila sulle passerelle milanesi con cappottini colorati e divertenti, anche se dal taglio slim – semplice e comodo – così come giacche e bluse, da indossare in abbinamento con guanti e cappelli con applicazioni vistose. Ci sono poi i giubbotti in maglia, espediente utilizzato per creare una variante più ecologica alla tradizionale pelliccia. Capi utili sia di giorno che di sera, perché basta cambiare qualche accessorio per reinventarli completamente.

Non mancano di certo gli abiti, lunghi al ginocchio e da indossare con collant coprenti, niente gambe nude insomma. Un’interessante proposta sono poi i bermuda, declinati in vari colori e materiali, come valida alternativa alle gonne. A proposito di comodità non fanno eccezione le capienti borse e, soprattutto, scarpe basse come mocassini e brogues bicolori, per mettere al bando le arrampicate sui tacchi alti.

Materiali e tessuti sono vari e si mescolano tra loro: cappotti in vellutino con le frange, magliette in lamé e qualche tocco di tartan e raso per gonne e camicie. I colori sono tutti piuttosto cupi, con una prevalenza di blu e di nero.

.