Lamezia Terme: spari contro casa famiglia don Panizza, nessun ferito

La scorsa notte a Lamezia Terme e’ stato esploso un proiettile contro una finestra della casa famiglia di disabili ‘Dopo di noi’, una delle realta’ della Comunita’ ‘Progetto Sud’ di don Giacomo Panizza che si trova nel palazzo confiscato al clan Torcasio e affidato appunto a ‘Progetto Sud’. L’atto intimidatorio e’ avvenuto a pochi giorni dalla manifestazione ‘Il giorno che non c’e” proprio in quel quartiere Capizzaglie per dire no alla ‘ndrangheta. Nella notte di Natale due bombe sono state messe nello stesso edificio. In quel palazzo confiscato, tra l’altro, c’e’ anche una casa di accoglienza per minori stranieri arrivati soli in Italia. Qualche anno fa qualcuno manomise i freni della macchina di una disabile che lavora alla Fish Calabria che ha sede nello stesso palazzo.