I tifosi reggini si stringono intorno a Francesco Acerbi per la scomparsa del padre

Due settimane fa, venerdì 10 febbraio, Francesco Acerbi ha compiuto 24 anni. E’ in un momento magico, finalmente ha conquistato un posto da titolare con la maglia del Chievo Verona e sta sorprendendo tutti anche in serie A, con prestazioni solide e senza sbavature, esattamente come aveva abituato il pubblico di Reggio Calabria nella scorsa stagione in serie B. Ma dopo due settimane esatte dal suo compleanno, Francesco ha dovuto piangere la morte del padre, avvenuta venerdì 24 febbraio. I suoi compagni, a Verona, gli si sono stretti attorno e lui ha deciso di giocare ieri nella gara del Bentegodi contro il Cesena. Un’altra prestazione da incorniciare per lui e per la sua squadra che ha portato a casa tre importantissimi punti-salvezza. Moscardelli, l’autore del gol-partita, a fine gara ha dedicato la vittoria e il gol proprio a Francesco e alla sua famiglia.
Tutti i tifosi amaranto, adesso, si stanno stringendo intorno al giovane difensore, con centinaia di messaggi sulla bacheca di facebook, sms e telefonate di condoglianze. Francesco a Reggio ha dato tutto e per la maglia amaranto ha sudato come un leone, e in riva allo Stretto è rimasto nel cuore dei supporters che adesso gli augurano un grande futuro di gloria nel calcio che conta.
Anche la Redazione di StrettoWeb si unisce al “coro” di condoglianze e vicinanza a un calciatore fortissimo e, soprattutto, un ragazzo speciale. Forza, Francesco!