Catania: presentata la Fondazione “Cutgana”

Una fondazione universitaria per la promozione delle attività didattiche e di ricerca in campo ambientale. E’ la Fondazione “Cutgana” presentata oggi (ma nata nel giugno 2011) e che coadiuverà l’omonimo Centro interfacoltà dell’Università di Catania nelle attività di promozione e di sostegno alle iniziative didattiche formative e di ricerca dell’Ateneo catanese con specifico richiamo allo studio, alla tutela e alla gestione di ambienti naturali e di agro ecosistemi di particolare valenza naturalistica e culturale e interesse pubblico.

Tra gli scopi della Fondazione anche la promozione e lo svolgimento di attività integrative e sussidiarie alla didattica ed alla ricerca di interesse dell’Università, la realizzazione di servizi e iniziative mirate a favorire le condizioni di studio, la promozione ed il supporto delle attività di cooperazione scientifica e culturale e l’attuazione di iniziative a sostegno del trasferimento dei risultati di ricerca, della creazione di nuove imprenditorialità originate dalla ricerca e alla valorizzazione economica dei risultati delle ricerche con la tutela brevettale. Prevista anche la realizzazione e la gestione di strutture di servizio strumentali e di supporto alle attività istituzionali e lo svolgimento di attività di supporto all’organizzazione di stage e formative.

La Fondazione – approvata sia dal Senato accademico, sia dal Cda dell’Università di Catania – opererà come persona giuridica di diritto privato e potrà promuovere per il raggiungimento degli scopi la raccolta di fondi pubblici e privati e la richiesta di contributi pubblici e privati oltre alla stipula di convenzioni e accordi, alla partecipazione o costituzione di consorzi e di strutture di ricerca alta formazione e trasferimento tecnologico.

Possono aderire alla Fondazione anche soggetti privati, aziende, enti ed amministrazioni pubbliche che contribuiscano al raggiungimento degli scopi prefissati.

_____________________________________________________________________________________________________________

A seguire notizie in sintesi del CUTGANA:

Costituito nel 1996 (D.R. 5075), il Centro Universitario per la Gestione e la Tutela degli Ambienti Naturali e degli Agroecosistemi è un Centro Interfacoltà dell’Università degli Studi di Catania al quale afferiscono ricercatori provenienti dalla maggior parte delle facoltà dell’ateneo catanese (Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Agraria, Ingegneria, Economia e Commercio, Medicina e Chirurgia, Scienze Politiche, Lettere).

Le finalità istituzionali del Cutgana possono essere così sintetizzate:

  • Organizzare e stimolare la ricerca interdisciplinare negli ambienti naturali e negli agro-ecosistemi ai fini di una più efficace azione di tutela e gestione;
  • Organizzare corsi di tutela e gestione ambientale per i gruppi sociali e professionali più direttamente interessati alla soluzione dei problemi dell’ambiente;
  • Impegnarsi direttamente nella gestione di aree naturali protette;
  • Produrre materiale divulgativo per una migliore conoscenza del patrimonio naturalistico e rurale siciliano;
  • Organizzare e attivare un sistema informativo riguardante i territori più interessanti sotto il profilo naturale e rurale;
  • Instaurare rapporti di consulenza, collaborazione, cooperazione e scambio con Enti pubblici e privati in materia di ricerca e divulgazione finalizzate alla conoscenza e tutela dei valori naturali ed ambientali;
  • Stimolare la collaborazione tra le Associazioni e i Gruppi di cittadini impegnati nella tutela e gestione ambientale, con gli operatori della ricerca, della formazione e dell’informazione;
  • Attuare iniziative volte a favorire la partecipazione ai programmi di ricerca negli ambienti naturali e negli agro-ecosistemi;
  • Realizzare Convegni, Congressi, Mostre, Seminari.

La presenza di studiosi con esperienza in numerosi settori scientifici consente al CUTGANA di svolgere attività interdisciplinari che interessano vari ambiti delle problematiche ambientali, dalle ricerche eco-sistemiche al monitoraggio, riqualificazione, formazione e tutela ambientale, alla informazione e divulgazione delle conoscenze sul patrimonio naturalistico-ambientale e culturale-antropico siciliano.

In particolare i settori rappresentati sono:

  • Archeologia;
  • Biogeografia;
  • Biologia marina;
  • Chimica ambientale;
  • Diritto privato e Diritto ambientale;
  • Economia ambientale;
  • Educazione ambientale;
  • Entomologia agraria e lotta biologica;
  • Faunistica;
  • Fisica ambientale;
  • Flora e vegetazione;
  • Geologia ambientale;
  • Idraulica agraria;
  • Medicina – Igiene ambientale;
  • Orticoltura e Floricoltura;
  • Pianificazione urbanistica;
  • Scienze della Terra;
  • Tecnica delle colture irrigue;
  • Tutela ambientale.

Il CUTGANA, sostenuto da un significativo pool di ricercatori componenti e dal personale delle Riserve Naturali (responsabili ed operatori di Riserva di cui alle convenzioni di affidamento con la Regione Siciliana), vanta l’ulteriore privilegio di poter disporre di un numero considerevole di collaboratori “esterni” rappresentati, oltre che da altri ricercatori e tecnici dell’Ateneo, anche da assegnisti, dottorandi, borsisti, laureandi, stagisti, studenti.

A queste unità di personale va aggiunto il personale messo a disposizione dai Comuni di Melilli, Agira ed Aci Castello per le attività dei rispettivi laboratori naturalistico-ambientali e del Centro Accoglienza “Isole Ciclopi”.

  • Personale strutturato dell’Università
    • Personale docente: n. 16 docenti dell’Università di Catania con esperienza in Botanica e Fitocenosi (1), Zoologia ed Ecologia animale (2), Biologia marina (1), Geologia (1), Sedimentologia (1), Geofisica (1), Fisica ambientale (1), Igiene ambientale (1), Fisiologia (1), Colture irrigue (1), Entomologia e Lotta biologica (1), Pianificazione urbanistica, territoriale ed ambientale (1), Economia ambientale (1), Archeologia (1), Diritto privato ed ambientale (1);
    • Personale tecnico – amministrativo: unità di personale appartenente alla categoria D (18), unità di personale appartenente alla categoria C (3), assistenti tecnici (ex art. 23) (3).
  • Componenti esterni: docente dell’Università di Parma, con esperienza in ecologia quantitativa (1), docente dell’Università Parthenope di Napoli, con esperienza in biologia marina (1), esperto in botanica (1), esperto in ingegneria idraulica (1), esperto in orto-floricoltura (1), esperto in economia ambientale (1), esperto in biologia vegetale marina (1), esperto in climatologia e astronomia (1).
  • Altro personale (remunerato con fondi del CUTGANA provenienti da altre convenzioni, accordi, incarichi, progetti vari).