Calabria, sanità: interrogazione del consigliere Giordano (Idv) al governatore Scopelliti

Giuseppe Giordano, consigliere regionale dell’idv, ha presentato un’interrogazione  a risposta immediata al Presidente della giunta regionale, on.le Giuseppe Scopelliti,nella qualita’ di commissario ad acta per la sanita’. L’Azienda Sanitaria Territoriale della Provincia di Reggio Calabria -scrive Giordano- non dispone di la cui competenza riguarda quadri clinici particolarmente severi come le emorragie digestive, le lesioni da caustici , le colangiti e le pancreatiti acute, solo per citare i piu’ importanti e frequenti, che richiedono tempi di intervento ristretti e particolare competenza e attualmente i pazienti affetti da queste patologie digestive vengono inviati, spesso con una tempistica non compatibile con l’urgenza, all’unita’ operativa complessa di gastroenterologia e endoscopia digestiva dell’azienda ospedaliera di Reggio Calabria e qui trattati in regime di consulenza in quanto la stessa non è dotata di posti letto la cui attivazione è attesa da oltre 10 anni, invano. Allo stato, i tempi di attesa per una visita gastroenterologica, propedeutica agli esami endoscopici, si aggirano intorno ai 90 giorni, per cui molti pazienti sono costretti a rivolgersi alle strutture private. L’interrogazione si rene necessaria per sapere se, effettivamente, le carenze nella erogazione delle prestazioni sanitarie sono state riscontrate e quali iniziative si intendono intraprendere per ovviare alle suesposte problematiche che sono causa di disservizi, migrazione sanitaria e purtroppo, a volte, di malasanità”.