Angelina Jolie alla sua prima esperienza da regista. Il debutto con un film ambientato nella guerra dei Balcani

di Antonella Trifirò – L’attrice, consacrata da diversi film a Hollywood, esordisce nelle vesti di regista e sperimenta il lavoro dietro la telecamera. “In the land of blood and honey” è un film ambientato nella guerra dei Balcani e narra una storia d’amore. Con uno sfondo del genere, vittima e carnefice si incontrano continuamente. La pellicola ha già ricevuto la nomination ai Golden Globe e si presenta come uno dei piatti forti della sessantaduesima edizione della Berlinale.

“Da dieci anni-dice la Jolie- visito zone di guerra in tutto il mondo, e mi sono sempre sentita immensamente frustrata dalla violenza contro le donne e la mancanza di azioni di aiuto esterne. Ho scelto la guerra in Bosnia perche’ sono stata spesso in quelle zone, pero’ semplicemente non riesco a capire quello che e’ successo. E’ un conflitto dove non riesci a mettere insieme i pezzi del puzzle. Credo che non si sia parlato abbastanza di questa guerra”. Con queste parole, l’attrice spiega i motivi che l’hanno spinta a fare questo cambio di ruolo inedito, per di più affrontando un tema molto duro come quella della guerra.

Madre di sei figli e compagna di Brad Pitt, Angelina Jolie è apparsa rilassata e di buon umore ai pochi giornalisti che hanno avuto modo di intervistarla. Sulla difficolta’ di convertire la storia vera in una pellicola, l’attrice rivela: “Non avrei mai pensato di trovare il denaro per finanziarlo, di poter contare su attori sconosciuti e di poter girare in una lingua straniera. Ma tutto si puo’ fare”.

“Comincio a sentire il peso nei confronti delle vittime della guerra e delle persone che hanno partecipato al film. Mi chiedo: sono giusta con loro?” ha affermato l’attrice, che ammette di sentire il peso delle responsabilità riguardo alla scelta di una tematica molto seria.
E sulla possibilità di tornare dietro la macchina da presa, Angelina dichiara: “Potrei tornare però dovrei sentirmi altrettanto emozionata e commossa dal nuovo film per ripetere l’esperienza. Non credo potrei fare un film su qualunque cosa”.

Quando le chiedono cosa le piace o non le piace della vita da star la Jolie risponde: “Sono molto grata di aver avuto l’opportunita’ di poter fare tante cose, di lavorare in tanti film e di averci costruito sopra una carriera. Quello che non mi piace: sono una persona molto riservata, ma mi piace vivere nel mondo. Non mi piace non poter vivere nel mondo. Semplicemente desidererei poter andare nei posti e vedere cio’ che occorre. Un po’ di vita normale. Ed e’ anche cio’ che desidero per i miei figli”. Assicura infatti che i suoi figli riescono a condurre una vita normale, svolgendo le attività comuni ai loro coetanei.