Al via in Calabria il progetto “Magna Grecia” di Pino Arlacchi per la valorizzazione dei beni culturali della Regione

Pino Arlacchi

La valorizzazione dei beni culturali ed archeologici calabresi ha rappresentato il leit motiv della riunione del consiglio d’amministrazione della Societa’ Progetto Magna Grecia, presieduta da Pino Arlacchi. L’europarlamentare, gia’ vicesegretario generale delle Nazioni Unite, ha esposto i principali criteri di intervento per la realizzazione di un sistema che consenta di valorizzare siti artistici ed archelogici di particolare rilievo storico. “Il grande patrimonio d’arte e cultura di cui la Calabria e’ dotata impone urgenti e innovative azioni di recupero, salvaguardia e fruizione, al fine di restituire alla memoria storica il valore dell’identita’, e all’economia della cultura cruciali occasioni di sviluppo“, ha sottolineato Arlacchi che nei giorni scorsi ha compiuto una ricognizione sui luoghi della Magna Grecia in Calabria, insime alla vice presidente della Regione Calabria, Antonella Stasi, a Francesco Prosperetti, direttore generale dei Beni Culturali della Calabria, e alla Sovrintendente archeologica regionale, Simonetta Bonomi. D’intesa con la Commissione Europea e con la Regione Calabria, il Consiglio di Amministrazione della Societa’ Magna Grecia ha stabilito di procedere alla individuazione delle priorita’ e degli itinerari da realizzare per valorizzare il patrimonio regionale.

Su proposta di Arlacchi, il Consiglio di Amministrazione ha definito gli assetti del management, approvando all’unanimita la nomina di Antonella Freno, gia’ Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali della Regione Calabria e della Citta’ di Reggio Calabria, quale Direttore Generale, e di Maria Rosaria Punzo, dottore commercialista, revisore esperto e dirigente aziendale di settori amministrativi e gestionali, quale Vice Direttore Generale. E’ stato inoltre costituito il Comitato Scientifico composto da Francesco Prosperetti, Direttore Regionale, Simonetta Bonomi, Sovrintendente Archeologico della Calabria, Emanuele Greco, Direttore della Scuola Archeologica Italiana ad Atene. Particolare compiacimento e’ stato espresso da Massimiliano Ferrara, rappresentante della Regione nel CdA, che ha evidenziato la piena collaborazione della Regione Calabria nell’attivazione di sinergie utili alla piena valorizzazione di uno dei comparti piu’ significativi dell’economia regionale.