Al planetario Pythagoras “Epigrafe ed Astronomia un felice connubio”

L’associazione culturale ellenofona Apodiafazzi dal significato molto suggestivo, “rialbeggia”, ha chiesto la collaborazione del Planetario Provinciale Pythagoras per l’organizzazione della Conferenza sul tema: L’epigrafe greca del museo di Reggio Calabria: un mercante greco di grano morto a Reggio Calabria nel secolo I / II d.C.”

L’associazione Apodiafazzi, presieduta dal dott. Carmelo Nucera, opera da oltre trenta anni sul territorio con una azione rivolta ,da un lato verso il recupero della cultura ellenofona calabrese e dall’altro verso il rilancio di un’area antica e nuova che, un giorno è stata interprete e protagonista di una cultura universale.

Probabilmente è stata questa ultima considerazione a spingere il dott Carmelo Nucera a richiedere la collaborazione del Planetario.

L’astronomia, tra le scienze che si  sono sviluppate nella Magna Grecia ,ha avuto un posto preminente.

Il Planetario, quindi, non costituisce soltanto un arricchimento culturale ma, in questa Regione che affonda le sue radici in quei popoli antichi che hanno costruito il sapere astronomico diventa il testimone di quell’ iter culturale iniziato millenni fa.

La relazione sarà tenuta dal prof. Franco Mosino e sono previsti gli interventi :dell’architetto Marianna Savrami della Soprintendenza Bizantina di Atene e del dott Daniele Campolo ricercatore dell’Università Mediterranea.

A conclusione della conferenza la prof.ssa Angela Misiano, coadiuvata dai giovani esperti del Planetario, illustrerà ai presenti il cielo visto al Planetario.

A fare gli onori di casa ci sarà il dott. Eduardo Lamberti Castronovo ,Assessore alla Cultura, con delega al Planetario, della Provincia.