Aeroporto dello Stretto, Scopelliti: “presto i lavori per l’adeguamento dello scalo”

Inizieranno a breve i lavori per il superamento delle criticita’ dello scalo di Reggio Calabria e dei vincoli aeroportuali fissati da Enav e Enac, che limitano la presenza di molte compagnie, soprattutto le low cost, e della charteristica. Lo ha detto il presidente della Regione, Giuseppe Scopelliti. “Noi abbiamo due limitazioni: le componenti di vento e l’ambientamento dell’equipaggio. La sagoma della pista crea difficolta’ in atterraggio e decollo – ha spiegato Scopellitia 5 miglia dalla pista l’aereo normalmente deve poter avere un assetto aerodinamico stabilizzato e deve trovarsi in linea con l’asse della pista per l’atterraggio. Questo a Reggio Calabria non e’ possibile a causa di una traiettoria di atterraggio di tipo curvilinea. Limiti che – ha spiegato Scopellitiverranno superati di concerto con l’Enac, con il quale si sta disegnando un nuovo piano per l’ambientamento dell’equipaggio. L’Enac – ha ricordato il governatore, riportando quanto discusso la settimana scorsa tra i tecnici dell’ente e la vicepresidente Antonella Stasiha proposto di individuare un esperto di volo con almeno 5000 ore di volo e realizzare una perizia che diventa anche una proposta/progetto operativa che concordi con Enac un modello. Si potrebbe, per esempio, realizzare un software con simulatore di volo sulla pista dell’aeroporto ed una procedura on line che diventi test di verifica per i piloti delle compagnie che vogliono qualificarsi. Se riusciremo a affrontare questo problema facendo gioco di squadra, riusciremo a superare le criticita’ dello scalo“.