Windsurf, a Reggio un grande evento mondiale: ad aprile l’unica tappa italiana del PWA World Tour

Reggio Calabria si appresta ad ospitare un evento sportivo di caratura mondiale.
Saranno le acque dello Stretto, infatti, la location della prima tappa del Professional Windsurfers Association (PWA) World Tour edizione 2012, che si terrà dal 19 al 24 aprile.
Si tratta di una kermesse di eccezionale rilevanza poiché proietta Reggio Calabria in un contesto internazionale dal momento che, in riva allo Stretto, giungeranno centinaia di atleti provenienti da circa 20  nazioni i quali si sfideranno, per 6 giorni, in batterie di otto ad eliminazione su un percorso slalom di boe.
Un ritorno della manifestazione in Italia, e per la prima volta in Calabria, ben dopo quindici anni trascorsi dall’ultima edizione di Riva del Garda nel 1997: un traguardo raggiunto grazie alla determinazione del Comitato Organizzatore Locale del Campionato Mondiale di Windsurf PWA 2012  che ha sede a Reggio Calabria in via Rada dei Giunchi, e che, presieduto da Vincenzo Turiano, si è costituito ad hoc il 15 Novembre scorso proprio con lo scopo di organizzare la tappa italiana del PWA World Tour Cup 2012, in collaborazione, ovviamente con la stessa PWA, gli Enti e le Federazioni sportive territoriali e locali, le Istituzioni e la Wevents S.R.L.
Il supporto tecnico all’evento è garantito oltre che dalla Professional Windsurfers Association, anche dal  WDS – Circolo Windsurf dello Stretto, realtà nata nel 2007 per volontà di Roberto Raffa, attuale presidente, e che vanta circa 250 soci.
La PWA, invece, è il “governing body” del Windsurf Professionale Mondiale. Con sede principale negli USA, rappresenta l’eccellenza nel mondo del Windsurf ed è costituita dai maggiori windsurfisti mondiali ai più alti livelli competitivi di sport. E’ il solo ente che dà la Licenza ISAF per la “Coppa del Mondo” di Windsurf, nelle varie classi. Attualmente le discipline relative a questo sport d’acqua praticate nel Tour PWA sono cinque: Wave, Freestyle, Slalom, Super X e Indoor. La PWA organizza ogni anno il tour mondiale, che è formato da un insieme di tappe dislocate nelle più prestigiose e rinomate località surfistiche. Quest’anno il Tour Mondiale PWA toccherà varie località e come unica tappa italiana Reggio Calabria.
Inoltre, quest’importantissimo meeting sportivo si avvale della collaborazione della F.I.V, del Coni e dell’Asi, con il contributo ed il patrocinio della Regione Calabria, del Comune e della Provincia di Reggio Calabria.
Ma la tappa italiana in riva allo Stretto non si concentrerà solo sullo spettacolo agonistico legato alle peculiarità della regata “Slalom” che, svolgendosi non molto distante dalla spiaggia, assicurerà un elevato coinvolgimento emotivo del pubblico.
Diversi saranno, infatti, gli eventi collaterali che riguarderanno altre discipline sportive, iniziative di intrattenimento e di natura artistica: mentre il Lido Comunale ospiterà le competizioni sportive, infatti, la spiaggia, vicino gli spazi destinati ai windsurfisti, sarà allestita con un ‘corner’ nel quale gli sponsor di settore potranno organizzare piccoli eventi durante i momenti di relax degli atleti. Nell’area della Stazione Lido prenderà vita la “Cittadella del surf”, così come il Lungomare Falcomatà diventerà, per l’occasione, un’esclusiva suggestiva tribuna spettatori, le aree limitrofe accoglieranno il palco per la presentazione della manifestazione e per gli eventi musicali e di animazione che arricchiranno tutta la durata dell’evento, e l’Arena “Ciccio Franco” diverrà la scenografia della premiazione conclusiva e del gran finale che metterà il sigillo alla Pwa World Tour Cup 2012.
Una settimana di festa sportiva e non solo, dunque, poiché l’iniziativa intende incentivare ed incrementare la pratica del windsurf in una delle zone più idonee per questo sport e promuovere, nel contempo, il territorio reggino quale naturale palcoscenico per attività sportive legate al mare, garantendo, alla luce delle numerosissime presenze previste, un significativo impulso alle attività turistiche e commerciali in un periodo dell’anno considerato di “bassa stagione”.