Trasporti: sciopero dei tir, presidi davanti al petrolchimico di Gela

A Gela, in provincia di Caltanissetta, sono tre stamane i presidi del Movimento ‘Forza d’urto’ per il blocco dei trasporti organizzato fino a venerdi’ prossimo, che sta rallentando considerevolmente il traffico. Non si registrano incidenti. Ieri, quando i dimostranti stavano per raggiungere in corteo piazza municipio, alcuni facinorosi hanno mandato in frantumi la vetrina di una tabaccheria di via Bresmes che non aveva aderito allo sciopero. Stamani i manifestanti hanno ottenuto la solidarieta’ dei lavoratori dell’indotto del petrolchimico, i quali hanno organizzato una manifestazione di protesta davanti ai cancelli della raffineria chiedendo lavoro e investimenti per il futuro. Uno dei presidi del movimento ”Forza d’urto” si svolge davanti allo stabilimento dell’Eni, con i Tir parcheggiati su entrambi i lati della strada che lasciano uno stretto corridoio per far transitare solamente le automobili. I supermercati sono stati presi d’assalto gia’ da sabato scorso e alcuni hanno gli scaffali quasi vuoti.