Sicilia, sciopero autotrasportatori: ritorsioni pesanti anche nell’agricoltura

I produttori ortofrutticoli siciliani di Confagricoltura sono in allarme per lo sciopero degli autotrasportatori siciliani in atto fino al 20 gennaio nell’Isola, a cui seguira’, dopo qualche giorno, quello proclamato a livello nazionale. ”L’iniziativa in atto – commenta il presidente di Confagricoltura Sicilia Gerardo Dianaha pesanti conseguenze sulle aziende agricole siciliane, sia in relazione alla deperibilita’ delle merci, sia ai problemi contrattuali derivanti dalla mancata consegna dei prodotti ortofrutticoli verso i mercati nazionali ed europei e verso la GDO. C’e’ il serio rischio che buyer e grande distribuzione rinuncino ad approvvigionarsi dei prodotti isolani, con conseguenze disastrose e irreparabili per le aziende produttrici”. ”Pur condividendo i motivi della protesta, legata alla questione caro-carburanti che interessa tanto anche il settore primario – aggiunge il vicepresidente nazionale di Confagricoltura Salvatore Giardina – confidiamo nel senso di responsabilita’ degli autotrasportatori, per evitare ulteriori e gravissimi danni agli agricoltori siciliani, e chiediamo l’intervento del governo”.