Sciopero tir, in Calabria è emergenza per latte e ortofrutta

La protesta dei Tir interessa anche la Calabria. La Coldiretti Calabria, con una circostanziata lettera, ha segnalato ai Prefetti che sulla rete viaria calabrese, ”sono stati attuati blocchi e rallentamenti della circolazione che, oltre a violare il diritto alla liberta’ di movimento, pregiudicano il trasporto e la distribuzione di beni essenziali, impedendo la libera circolazione delle merci e delle persone. Tale situazione – prosegue la missiva a firma del Presidente Pietro Molinarodiventa particolarmente critica per prodotti deperibili quali il latte crudo e ortofrutticoli freschi che rischiano irrimediabilmente il deterioramento. La probabile permanenza di tale situazione preoccupa molto la Coldiretti Calabria e puo’ produrre gravi conseguenze negative in ordine alla distribuzione di beni ritenuti essenziali in quanto volti a soddisfare diritti fondamentali”. La Coldiretti rivolge un invito ai Prefetti affinche’ nell’ambito delle responsabilita’ a loro affidate, garantiscano ”il rispetto delle norme vigenti segnatamente sullo svolgimento delle prestazioni essenziali, sul divieto di effettuare blocchi stradali e sul rigoroso rispetto delle prescrizioni del codice della strada, ed in caso di sciopero, sulla garanzia per l’approvvigionamento di beni di prima necessita’, riconosciuto dalla commissione di garanzia in attuazione del diritto di sciopero e da tutti i CCNL settore trasporti”.