Sciopero tir: in Calabria è emergenza, benzina e gasolio sono finiti ovunque

Carburante praticamente esaurito nelle stazioni di servizio e presidi degli autotrasportatori ancora attivi in Calabria sia sull’autostrada Salerno-Reggio che sulla statale 106. Sta creando crescenti disagi la protesta degli autotrasportatori che, dopo essere stata sospesa in Sicilia, nelle ultime ore e’ dilagata anche in Calabria. Il timore degli automobilisti di avere a che fare a breve con pompe a secco si e’ trasformato in psicosi al punto che le colonnine dei distributori sono state prese d’assalto dagli automobilisti con il risultato che ai problemi creati dagli incolonnamenti dei tir si sono aggiunte anche le code interminabili delle vetture in fila per riuscire ad accaparrarsi il pieno. In serata praticamente tutti i distributori hanno esposto il cartello ‘carburante esaurito‘. Per le prossime ore si temono ripercussioni sull’approvvigionamento di prodotti alimentari in negozi e supermarket. Dal nord al sud della regione, rimangono tutti attivi i blocchi in atto dalla mezzanotte. In particolare rimangono fermi i tir in corrispondenza dello svincolo della A3 Rosarno-Gioia Tauro, sulla statale 106 nella locride e alle porte di Crotone. Presidi anche sulla superstrada 280 tra Lamezia Terme e Catanzaro con ripercussioni notevoli sul traffico di entrata e uscita dal capoluogo di regione e, sempre sulla statale 106, tra Corigliano e Rossano