Sciopero tir: in Calabria “assalto” ai distributori di carburanti

Distributori di carburanti presi d’assalto in Calabria, dopo i blocchi attuati sin da questa mattina dagli autotrasportatori. Lunghe code si registrano, infatti, in diverse pompe di benzina che, in alcuni casi, hanno gia’ esposto i cartelli di esaurito. Il panico tra gli utenti si e’ diffuso in poche ore, aggravato appunto dagli ultimi blocchi. In effetti, l’ annunciata volonta’ degli autotrasportatori di procedere con la protesta per cinque giorni, rischia di mettere in ginocchio i sistemi di approvvigionamento. Ma analoga situazione potrebbe verificarsi per i beni di prima necessita’, a partire dagli alimentari, dal momento che tutti i camion vengono bloccati ai presidi. Tra le colonne di tir fermi, diversi sono quelli con i marchi delle catene di supermercati che erano impegnati nella distribuzione delle derrate e che ora non si muoveranno fino al termine dei blocchi. Le prossime ore, dunque, saranno decisive per comprendere i risvolti di una protesta che rischia di mettere in ginocchio molti settori commerciali.