Sciopero tir, ecco tutto ciò che Monti ha promesso a Lombardo nell’incontro di Palazzo Chigi

Si è concluso l’incontro a Palazzo Chigi tra il Presidente del Consiglio Mario Monti e il Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo. Nel corso della riunione, si legge in una nota di Palazzo Chigi, il Presidente della Regione ha esposto al Governo nazionale tutte le problematiche di carattere fiscale, tariffario e procedurale che ritiene rendano troppo onerosa l’attivita’ delle imprese nella Regione Siciliana. In particolare i temi trattati hanno riguardato: il trasporto (il costo della benzina, il traghettamento, le tariffe autostradali), le tematiche della pesca e dell’agricoltura. Sono state richieste misure per proteggere la produzione tipica regionale dalla concorrenza di prodotti di Paesi limitrofi. E’ stata richiesta la creazione di zone franche in aree disagiate dell’Isola per favorirne lo sviluppo sociale ed economico. Il presidente Monti ha preso atto delle problematiche, ricordando le diverse misure gia’ adottate per venire incontro alle esigenze delle imprese, quali ad esempio l’abbattimento dei costi autostradali: Gli autotrasportatori godono gia’ di misure di riduzione compensata dei pedaggi autostradali. Nel 2011 sono stati messi a disposizione dallo Stato per tali sconti ben 130 milioni di euro; per il 2012, oltre ai circa 70 milioni di euro gia’ previsti nel bilancio dello Stato, e’ in corso l’assegnazione di ulteriori risorse per 100 milioni di euro. Inoltre lo stanziamento di 70 milioni di euro per l’anno 2011 a favore dell’”Ecobonus” in aggiunta ai 30 milioni di euro per l’anno 2010.
Ulteriori incentivi per gli anni 2012/2013 potranno essere valutati, alla luce delle risorse disponibili, previo assenso dell’Unione Europea, qualora non si dia il via all”Ecobonus Europeo” di cui si sta discutendo. Il Decreto legge “Cresci Italia”, si legge ancora nella nota, include provvedimenti atti a dare risposta ad esigenze evidenziate nell’incontro, ed in particolare in materia di trasporto locale (traghetti), di liberalizzazione del sistema di distribuzione dei prodotti agro-alimentari; Inoltre il Presidente Monti ha attirato l’attenzione sulle opere infrastrutturali in Sicilia per le quali il CIPE nelle sue riunioni del 6 dicembre 2011 e del 20 gennaio 2012 ha deliberato il finanziamento immediato per oltre tre miliardi di euro. In conclusione, il Presidente Monti ha dichiarato la disponibilita’ del Governo all’immediata convocazione di tavoli di lavoro cui parteciperanno le Amministrazioni interessate (Sviluppo Economico, Economia e Finanze, Politiche Agricole, Affari Europei) e l’Ente Regione al fine di rafforzare le sinergie fra le diverse misure di sostegno all’economia siciliana esistenti e l’utilizzo dei fondi strutturali europei. In questo contesto verra’ altresi’ esaminata la possibilita’ di definire ulteriori misure, nel rispetto delle regole comunitarie, volte a verificare il rispetto delle norme di sicurezza applicate nell’autotrasporto, anche tramite un rafforzamento dei controlli; implementare la vigilanza sulla qualita’ merceologica dei prodotti agricoli anche adoperandosi per il rafforzamento delle norme comunitarie; migliorare la frequenza dei collegamenti ferroviari.
A questo proposito, si legge ancora nella nota, il Governo e’ in contatto con l’operatore ferroviario e ha gia’ ottenuto il ripristino di un treno a lunga percorrenza notturno con destinazione Milano o Torino a scelta della Regione che ha fortemente insistito per il ripristino; Prevedere la flessibilizzazione delle rate di ripagamento dei debiti tributari; Attivare gia’ dalla prossima settimana un tavolo per l’esame delle questioni di sanita’ e bilancio della Regione Siciliana. Monti ha inoltre accolto con favore l’impegno del Presidente Lombardo a proseguire con assoluto rigore nell’adozione delle necessarie misure di contenimento della spesa pubblica regionale anche al fine di consentire una rapida approvazione del bilancio. Ha altresi’ raccomandato una piu’ rapida attuazione dei programmi cofinanziati dai fondi strutturali. Il premier Monti ha assicurato la disponibilita’ del Governo a fornire ogni ulteriore assistenza tecnica e amministrativa utile al conseguimento degli obiettivi comuni sopra indicati. Il Presidente Monti ha preso atto dell’impegno del Governo Regionale ad adoperarsi per il ritorno alla normalita’ in materia di ordine pubblico e di libera circolazione delle persone e delle merci, ed ha apprezzato il clima di leale collaborazione istituzionale nel quale si e’ svolto l’incontro.