Racket delle pompe funebri negli ospedali siciliani

di Antonella Trifirò – Una scandalosa realtà rivelata dal blog dell’associazione Sos Racket e Usura, all’indirizzo www.sosracketusurablog.wordpress.com.

Sul blog è stata infatti pubblicata un’inchiesta con la quale si dimostra come avviene la compravendita dei morti all’interno delle strutture ospedaliere siciliane.

Con il supporto di sei video denuncia, l’associazione Sos Racket e Usura racconta di aver incaricato due suoi volontari, che, con delle telecamere nascoste, hanno finto di avere un parente in punto di morte. Sono così intervenuti prontamente due dipendenti delle strutture ospedaliere, che hanno fornito subito indicazioni e che hanno contattato le imprese di onoranze funebri. Tutte le trattative sono avvenute all’interno degli ospedali e alla presenza dei dipendenti sanitari.

Siamo certi che le Procure della Repubblica di Marsala, Trapani e Palermo aprano oggi stesso delle indagini visti i gravissimi reati da noi pubblicamente video denunciati – dichiara l’associazione – Siamo convinti che le rispettive Direzioni Sanitarie degli ospedali coinvolti in questo scandalo prendano delle serie sanzioni nei confronti dei loro dipendenti infedeli. Abbiamo deciso di non oscurare i volti dei dipendenti delle strutture ospedaliere e dei responsabili delle onoranze funebri affinche’ tutti possano vedere le facce di questi indegni sciacalli“.