Palermo, dimissioni Cammarata. La Destra: “è stato uno dei sindaci peggiori”

Ora che il sindaco di Palermo si e’ dimesso, dubbie restano le vere motivazioni del gesto tardivo, di un sindaco non rieleggibile, a pochi mesi dalle elezioni. Certo e’ invece che Cammarata va via in perfetta coerenza di stile con la sua gestione, ossia con l’ultimo grande bluff di questo che sara’ ricordato come uno dei peggiori sindaci che Palermo abbia mai avuto”. A sottolinearlo e’ la segreteria provinciale de ”La Destra” di Palermo, per bocca del proprio leader palermitano, Filippo Cangemi. ”’Vado via lasciando i conti in ordine’ e’ l’ultima dichiarazione dell’ex sindaco – prosegue Cangemiresa mentre le odierne notizie di stampa ci confermano che la Ragioneria generale del Comune a tutt’oggi dichiara di non avere ricevuto alcun input per la predisposizione del bilancio di previsione dell’anno in corso. Il tutto, mentre e’ ufficiale che Gesip e Amia Essemme, societa’ partecipate del Comune, non sono in grado di pagare gli stipendi ai dipendenti, se non per il mese corrente e forse per il prossimo. Ora la farsa e’ finalmente finita ma le elezioni sono alle porte”. ”La Destra” afferma la necessita’ e l’urgenza – conclude – di un tavolo programmatico di tutte le forze sane del centrodestra palermitano, per elaborare un progetto di salvataggio della citta’, volto a rimediare ai guasti ventennali causati dalle gestioni dell’ultimo sindaco e del suo predecessore. Subito. Prima che sia troppo tardi per la citta’ e per i palermitani“.