Nucera (Pdl): “officine Omeca stabilimento eccellenza”

Le Officine Omeca di Reggio Calabria sono oggettivamente paradigma di eccellenza nel settore della produzione di materiale ferroviario e dei trasporti. Sarebbe una follia anche solo pensare di poter perdere irrimediabilmente un patrimonio di talenti, conoscenza, esperienza e professionalita’ che garantisce al Paese una fetta di economie, produttivita’ e investimenti, specie nell’attuale fase di depressione economica che attraversa l’Italia e l’Europa intera”. E’ quanto afferma il segretario-questore del Consiglio regionale della Calabria, Giovanni Nucera (Pdl), secondo il quale: ”e’ necessario garantire continuita’ a quanti, a qualsiasi titolo, lavorano all’interno dell’azienda. Il piano di risanamento strutturale, predisposto dal gruppo Ansaldo-Breda per quanto necessitato dalla presente congiuntura economica, non puo’ prescindere da valutazioni di ordine occupazionale e produttivo e dal rispetto della dignita’ professionale delle apprezzate maestranze. Anche le Istituzioni calabresi – sottolinea – devono fare la loro parte chiedendo un tavolo permanente che gestisca questa fase di accompagnamento per uscire dalla crisi. E’ auspicabile, inoltre, che il Governo regionale, d’intesa col Ministero delle Infrastrutture, ponga in essere un piano operativo ed una programmazione a medio termine per il rilancio delle Ferrovie della Calabria e del parco-carrozze che veda, grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea, attribuzioni di commesse alle stesse Omeca di Reggio Calabria”. ”Il Governo Monti, infine, – conclude Nucera – deve sentire la responsabilita’ di segnare una inversione di rotta attivando politiche di sviluppo a partire dal Sud. Credo che proprio in questo momento cruciale sia necessario dare slancio alla spesa ed agli investimenti per rimettere in moto l’economia ed aumentare il Pil. Altrimenti, il rischio e’ che da questa spirale non si possa uscire in tempi ragionevoli”.