No del Cipe ai fondi per il Ponte sullo Stretto: infuriato il governatore Siciliano Raffaele Lombardo

Pare che il Cipe abbia sottratto la copertura finanziaria necessaria per la costruzione del Ponte sullo Stretto che i siciliani vogliono, mentre la si mantiene per la piu’ costosa Tav che in Val di Susa non vogliono. Se cosi’ fosse, potranno brindare, tra Scilla e Cariddi, i Caronte che impongono un ‘pizzo’ di 250 euro agli autotrasportatori disperati e gli aggiudicatari della gara, che senza muovere un dito incasseranno milioni di euro di risarcimenti“. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, commentando la notizia della revoca da parte del Cipe dei finanziamenti destinati alla costruzione del Ponte sullo Stretto.