‘Ndrangheta: falsi certificati sanitari per scarcerare boss, 6 indagati a Reggio

Avrebbero rilasciato certificazioni sanitarie che attestavano falsamente l’incompatibilita’ del regime carcerario del boss Giuseppe Pelle di San Luca. A finire in carcere questa mattina sono sei indagati che devono rispondere del reato di concorso in falsa attestazione in atti destinati all’autorita’ giudiziaria e falsita’ ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, aggravati dalle finalita’ mafiose. I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Reggio Calabria hanno indagato i rapporti tra la cosca Pelle di San Luca e medici dell’Unita’ sanitaria locale di Locri e di una casa di cura privata calabrese. E’ stato accertato il rilascio di certificazioni sanitarie con diagnosi di false patologie neuropsichiatriche ritenuti incompatibili con il regime detentivo al capo cosca Giuseppe Pelle. I particolari saranno resi noti in una conferenza stampa che si terra’ alle 11 al Comando provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria.