Minori: a Catanzaro avviato un progetto socio-sanitario

Ha preso il via ufficiale a Catanzaro il progetto “Percorso socio-sanitario per la tutela dei minori e giovani adulti sottoposti a provvedimenti dell’autorita’ giudiziaria in area penale interna ed esterna”, promosso dalla Regione Calabria Dipartimento Tutela della Salute Area Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) nell’ambito del Piano Sanitario nazionale Sanita’ penitenziaria, che ha individuato l’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro per la sua realizzazione, in partenariato col Centro giustizia minorile per la Calabria e la Basilicata. L’Asp di Catanzaro e’ quindi la prima e l’unica Azienda sanitaria ad aver realizzato e avviato questo importante progetto in Calabria. La giornata inaugurale ha registrato la presenza di Antonio Montuoro referente Asp di Catanzaro per la Sanita’ Penitenziaria, Bernardo Grande direttore SerT di Catanzaro, Francesca Cappuccio responsabile Servizio tecnico del Centro Giustizia Minorile, in rappresentanza del direttore del Cgm Angelo Meli, fuori sede per motivi istituzionali. E’ stato presente, altresi’, Luciano Trovato presidente Tribunale Minorenni di Catanzaro che ha accolto i presenti sottolineando la valenza dell’iniziativa per le ricadute sia operative che giudiziarie.