L’ultima foto di Vincenzo Consolo

Vincenzo Consolo è considerato dalla critica uno dei grandi scrittori contemporanei. Ci ha lasciato ieri, all’età di 79 anni, nella sua casa milanese dopo una lunga malattia. Consolo era nato a Sant’Agata di Militello (Messina) nel 1933, e proprio nella sua casa natìa del delizioso borgo peloritano, Dino Sturiale gli ha scattato l’ultima fotografia, in compagnia della moglie, nello scorso agosto. E’ l’ultimo scatto concesso pubblicamente a un fotografo dal noto scrittore che ha esordito nel 1963 con La ferita dell’aprile, un romanzo sulle battaglie politiche che seguirono in Sicilia alla Seconda Guerra mondiale. In quel testo già c’erano i temi che Consolo avrebbe trattato nei romanzi successivi: l’insensatezza della Storia e del potere, l’ottusità di certa cultura cattolica, lo scacco storico subìto dal mondo contadino, l’imbarbarimento e la violenza, l’isolamento degli intellettuali.