La “Concordia” affonda all’isola del Giglio nel giorno del 5° anniversario del disastro del “Segesta” nello Stretto di Messina

Il dramma della nave “Costa Concordia” intorno all’isola del Giglio sta facendo rivivere alla comunità dello Stretto, composta da reggini e messinesi, le ore di grande angoscia di quel tragico pomeriggio di cinque anni fa. Era, infatti, proprio il 15 gennaio 2007 quando, alle 17:54 il Segesta Jet, un aliscafo di linea che collega in modo veloce le due città dello Stretto veniva speronato dal mercantile portacontainer Susan Borchard.
La grossa nave battente bandiera di Antigua, si stava dirigendo verso il porto israeliano di Ashod: lo scontro fu devastante e l’aliscafo, che trasportava 154 pendolari (in prevalenza Messinesi che tornavano a casa dopo la tipica giornata di studio/lavoro a Reggio) venne squarciato.

Quattro corpi senza vita furono ritrovati incastrati tra le lamiere del ponte di comando del Segesta, la parte più alta dell’aliscafo e quindi quella colpita in modo più violento: si trattava dei cadaveri del comandante Sebastiano Mafodda, del direttore di macchina Marcello Sposito, del motorista Domenico Zona e del marinaio Lauro Palmiro, tutti messinesi.
Ai quattro è stato dedicato un monumento accanto la stazione marittima di Messina, e per le prossime ore sono previste numerose iniziative per ricordare quell’evento drammatico.
Stamattina alle 11.00, con la presenza di Unità navali di Enti e corpi militari, sarà reso omaggio alle vittime con lancio in mare di una corona di alloro nel punto ove è avvenuta la collisione; poi, nel pomeriggio, alle 16.30 nella chiesa di Santa Caterina, in via Garibaldi, verrà celebrata una messa in suffragio delle vittime con la partecipazione della Corale parrocchiale S.Nicola di Ganzirri; alle 17.54, ora della collisione, alla stazione Marittima una corona di alloro sarà deposta presso il monumento alle vittime del Segesta.
Domani, lunedì 16, con inizio alle 09.30, nel salone del Royal Palace Hotel, si svolgerà la quinta edizione del “Memorial Segesta”. La manifestazione prevede una tavola rotonda sul tema “Il lavoro marittimo nel nuovo millennio: quale futuro?”. All’incontro di approfondimento sulle prospettive del lavoro marittimo parteciperanno l’assessore regionale Mario Centorrino, il comandante Antonino Samiani, Autorità marittima dello Stretto, il comandante del porto Antonio Musolino, il prof. Massimo Noviello dell’associazione Camadi di Torre del Greco, il dott. Stefano Alioto, segretario nazionale medici settore Sasb e la preside dell’Istituto Nautico prof.ssa Giusy Costa. Il dibattito sarà moderato dal comandante Sebastiano Pino presidente del Sasmant. Il Memorial si concluderà con la cerimonia di consegna delle borse di studio, intitolate alla memoria delle vittime, ai migliori studenti dell’Istituto tecnico Nautico “Caio Duilio” di Messina.
Per non dimenticare.