Domani a Lamezia Terme 26 borse di studio per ricordare i coniugi Aversa

Lillo Giuseppe Odoardi, Carmelo Manuel, Federica Mancuso, Syria Conidi, Chiara Lia, Vittorio Loprete, Giglielmo Sità, Gianmarco Mellace, Vincenzo Perri, Sashi Russolillo, Serena Borza, Anna Marinaro, Antonio Passante, Irene Rotundo, Emma Cacia, Salvatore Perri, Fausto Marziano, Revel Lento, Alessio Vittorio Mercuri, Giuseppe Albanese, Luca Nosdeo, Damiano Pane, Luna Isabella, Alessandra Torchia, Rosi Marilena Gualtieri, Davide Vecchi. Sono questi i nomi dei ventisei studenti ai quali lunedì andranno le borse di studio volute dal Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, che sono state assegnate dalla Segretaria Provinciale di Catanzaro.
“Ventisei meravigliosi ragazzi, ventisei allievi meritevoli, ventisei promettenti cittadini, che simbolicamente vogliamo premiare in un giorno che gli fornisca l’immagine da portare sempre dentro di sé, per tutta la vita, come esempio, ispirazione e guida. L’immagine di chi non c’è più perché ha sacrificato tutto per i propri ideali e la propria fede, assurgendo però così a modello altissimo di onore, valore, di un’esistenza carica di significato. Parlo ovviamente delle figure impareggiabili del Sovrintendente di Polizia Salvatore Aversa e di sua moglie, Lucia Precenzano”.
E’ Vincenzo Albanese, Segretario Regionale Aggiunto del Coisp calabrese, a presentare orgogliosamente l’iniziativa che concluderà la manifestazione organizzata dal Coisp per lunedì 23 gennaio, a Lamezia Terme, a partire dalle ore 10.45 in via Dei Coniugi Aversa, dove il Segretario Generale del Coisp, Franco Maccari, deporrà una corona di fiori in memoria delle due vittime di ‘ndrangheta, alla presenza di numerose autorità. Subito dopo, a partire dalle ore 11.30 presso la Sala Napolitano del Comune di Lamezia Terme, in via Perugini, si terrà l’incontro ricco di ospiti e relatori di grande spessore, e diversi esponenti politici ed istituzionali, che sarà moderato dallo stesso Albanese. Infine, seguirà l’assegnazione delle borse di studio ai ventisei candidati per i quali è stato adottato il criterio dell’equa distribuzione della somma prevista – con l’assegnazione a ciascuno di 135 euro -, possibile grazie al generoso contributo della Provincia di Catanzaro e del Comune di Lamezia Terme. Il perché la consegna sia associata all’importante anniversario della scomparsa dei coniugi Aversa assassinati il 4 gennaio del 1992 in via Dei Campioni, a Lamezia Terme, oggi ribattezzata con il loro nome, di cui quest’anno ricorre il ventennale, sta tutto nello stesso bando istitutivo delle borse di studio, determinato “dalla volontà – spiegano dalla Segreteria del Coisp – di trasmettere ai figli dei dipendenti quei valori che quotidianamente spingono gli Operatori della Polizia di Stato ad  impegnarsi quali Operatori di diritto con grande spirito di abnegazione”.
“Valori – conclude Albanese – che nulla può comunicare e rendere meglio dell’esempio concreto. Ai nostri figli mostriamo così, con la forza dell’umiltà, chi in concreto ha incarnato quello in cui crediamo, dimostrando che essere cittadini e uomini e donne migliori si può, semplicemente vivendo con profondo rispetto di se stessi e degli altri e delle proprie idee di giustizia, pulizia e legalità”.